venerdì 11 marzo 2016

"Lo spettacolo della città" a Pistoia, prime novità

Lo spettacolo della città di Pistoia sarà inserito nella rassegna "Leggere la città 2016" organizzato dal Comune, di cui costituirà l'evento conclusivo. Non arriveranno molti soldi probabilmente, ma è comunque una buona notizia.
http://www.leggerelacitta.it/leggere-la-citta/

Ma sarà vero?


Presidente del Consiglio

Ricevo e volentieri pubblico:

"In Italia è possibile che un presidente di provincia poi sindaco diventi un giorno Presidente del Consiglio quasi con un colpo di mano, quasi con una spacconata da guascone. E che un giorno, questo Presidente di Consiglio,  seduto in un salotto televisivo domenicale e gingillandosi nel suo esercizio di potere mediatico e politico, si chieda che ci facessero in Libia i quattro operai italiani rapiti, quando era vietato agli italiani di rimanerci di questi tempi. E che l’abbia detto, ignorando o evitando di dire che quei quattro operai erano là per portare in Italia gas libico col quale ci riscaldiamo e produciamo energia elettrica. E che dei quattro operai, due siano rimasti uccisi, e che insomma era colpa loro se sono morti. In Italia è possibile che nessuno chieda le dimissioni di questo Presidente di Consiglio per la sua impudente, vanitosa, grave, irresponsabile dichiarazione televisiva." (Gianfelice D'Accolti)

giovedì 10 marzo 2016

Non basta chiamarsi Ranieri per fare Pasolini

Ho visto il promo sull'ultimo film di Pasolini interpretato da Ranieri.
Bocciato, bocciato subito!
Un Pasolini con un pur lieve accento napoletano è impossibile, impossibile da guardare, da ascoltare.
Pasolini aveva una chiara, marcata 's' sonora, con altri tratti inconfondibili della lingua italiana del Nord.
Attori, studiate la dizione, se non altro per interpretare altri dialetti.
E poi basta, basta con la speculazione cinematografara su Pasolini!

Terrorismo (e totemismo) meteo

A Prato un pannello semaforico, avviserà delle varie allerte meteo. Soldi regionali praticamente buttati, visto che tutti siamo eternamente connessi,  e ci possiamo informare costantemente sui vari siti. Pannello, o meglio totem - quasi davvero entità soprannaturale - , che va a inserirsi nel grasso affare del 'che tempo che fa?', per cui sempre più siamo condizionati da comunicazione meteo terroristica, con annunci di perturbazioni personificate da nomi mitologici e inquietanti: Golia, Circe, oppure con frasi a effetto, tipo "La primavera NON decolla!", eccetera.

 http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2016/03/09/news/a-prato-un-pannello-semaforico-avvisera-dell-allerta-meteo-1.13096135?ref=hftiprea-1

mercoledì 9 marzo 2016

L'ombra degli Etruschi - la 'vera' mostra, ovvero quello che non vi mostreranno mai (4)

Continuo la 'vera' mostra sull'ombra degli Etruschi di Prato, con ricordi personali. Nel 2008 debutta Laris Pulenas a Poggio Castiglioni, sulla Calvana, proprio per sensibilizzare sullo stato della scoperta archeologica, che sta per essere in gran parte seppellita.

Laris Pulenas,  messo in scena gratuitamente e senza alcun ausilio tecnico per più di 200 spettatori, che un martedì di luglio giunsero su sul far del tramonto, molti ancora non me l'hanno perdonato. Da allora mi hanno punito togliendomi tanto lavoro.

A settembre dello stesso anno realizzo il video Gonfienti muore,  prima che Interporto SpA faccia costruire la rete elettrificata lungo il perimetro della sua proprietà, includendo anche la zona degli scavi, che viene chiusa con un cancello. Il video era stato prima caricato su You Tube, poi tolto. Ora l'ho rimesso, e potete vederlo nella sua versione integrale. Alcune riprese sono confuse perché non era opportuno mostrarsi a filmare ed ero costretta ad abbassare la videocamera.  

Gianfelice D'Accolti e io a Poggio Castiglioni 








lunedì 7 marzo 2016

Il bignamino delle donne. Tournée di marzo 2016: romanzo di commenti

A tournée non ancora terminata, scrivo alcuni dei tantissimi commenti scritti dal pubblico su Il bignamino delle donne.  
Qui alla Rocca Estense, Sala d'Aragona, di S.Martino in Rio (RE)
"Incantevole, grazie!"(Manola B).
"Molto brava, molto divertente". (Franca).
"Brava, anche se un po' amaro".
"Grazie, le donne trovano sempre il motivo per divertirsi".
"Molto interessante e una riflessione ulteriore sul ruolo della donna!" (Terry e Bobby)
"Brava! Brava! Bravissima. Grande, continua così. E' stato un piacere conoscerti". (Wilma e Luciano).
"Ricordo Maila in uno spettacolo qualche anno fa a Guastalla. Brava allora e brava pur adesso". "Compimenti...una bravissima attrice e uno spettacolo intenso". (Anna C.).
"Grazie, Maila, il tuo monologo è stato delicato, gradevole, graffiante...femminile". (Laura)
"Complimenti per aver descritto in modo rispettoso, ma molto realista la donna dalla preistoria ad oggi, grazie". (Betti).
"Grazie per la simpatica e allegra serata. Complimenti a Maila, continua così". (Carmela M.)
"Grazie, perché ho riso, perché quando vedi una donna come te sul palcoscenico sei orgogliosa di essere donna, perché dici cose, perché speriamo di non arrivare alla 'donna del futuro'. (Veronica).
"Brillante, simpatica, brava!".
"Complimenti per la sottile e simpatica ironia. Bravissima". 
"Bellissimo spettacolo, con intelligente autoironia".
"Tanti complimenti per la grande capacità interpretativa".
"Un grazie dall'amministrazione di Albenga. Abbiamo apprezzato la nostra storia ironica del consiglio comunale... Ottima interpretazione."
"Molto coinvolgente, grazie!"
"Bravissima. Non pensavo che un monologo fosse così coinvolgente ed incisivo".
"Complimenti. Ha veramente azzeccato la condizione femminile nei secoli, fino al nostro tempo e nel futuro. Continui così. A far sentire la sua voce ironica e irriverente"
"Super donna, super brava!"
"Complimenti, un modo spensierato per esprimere qualcosa di pesante".
"Congratulazioni per le emozioni che ha saputo trasmettere".
"Complimenti, si vede la tua professionalità" (Giorgia).



"Brava. Spettacolo interessante. Abbiamo capito che dobbiamo fare ancora tanta strada". (Margherita)
"Sei stata molto brava" (Maria).
"Siamo un gruppo di amiche, e ti ammiriamo per come hai interpretato il valore di noi donne".
"Bellissimi i questionari, sono il riepilogo della vita delle donne. Sarebbe divertente rispondere" (Ester).
"Spettacolo ilare, ironico, riflessivo. Nonostante siano passati secoli, molte cose non sono purtroppo cambiate. Noi lavoreremo perché ciò avvenga".
"Come uomo pensavo di annoiarmi a uno spettacolo al femminile, e invece mi sono divertito parecchio come non mi capitava da tanto tempo. Grazie."

"Quanto l'ho rivisto volentieri. Dura la vita della donna. Solo la tua bravura poteva interpretarle tutte. "Sei nata donna o lo sei diventata? - Date una spiegazione" Forte".  (Silvia)
"E' stato bello. Le imitazioni di più" (Sofia, 10 anni).
"Bravissima. Da 1 a 10 sono contenta 10 di essere donna, anche perché ci sono donne come te. Grazie!" (Maura).
"Brava, complimenti, sei una donna che ha tante cose da dire. A presto". (Elisabetta).