venerdì 29 settembre 2017

Presentazione di "Nel nome di Dio e del Quattrino"

Sabato 14 ottobre 2017 è previsto il debutto di  Nel nome di Dio e del Quattrino, commedia impossibile su Francesco di Marco Datini, mercante, scritto interpretato e diretto da Maila Ermini, con Gianfelice D'Accolti.
L'opera ne vuole sì celebrare la figura (ed è la prima volta, a teatro), ma come simbolo degli affari, del commercio e, soprattutto del denaro, diventato, oggi più che ai tempi del mercante toscano,  fede indiscussa.
E' la seconda commedia 'impossibile' dopo quella su Federico II di Svevia (Io e Federico): impossibile significa che esce dai canoni della commedia classica dove, modernamente, vi si inserisce l' autrice, che dialoga col personaggio; e qui crea anche scene e situazioni contestualmente allo svolgersi della commedia stessa. Rompe insomma già da subito l'illusione scenica, ma per crearne un'altra, appunto non classica e consueta.
L'opera è fedele sì alla Storia, ma si prende quella libertà che il presente concede; irriverente e divertente quel tanto che basta per non dimenticare che nella vita degli uomini riso e pianto spesso hanno la stessa faccia.

Altre repliche ci saranno durante il mese di ottobre.

Infine, due parole sulla locandina: Francesco di Marco Datini è presentato come un fool shakespeareano, come un giullare. Nonostante la sua faccia severa e ieratica, davvero poco incline alla commedia. Il colore che prevale è il verde, che è il coloro dei soldi e del gioco, basti pensare ai tavoli da gioco, che sono di colore verde (per esempio quelli del biliardo). Lo stesso 'Joker', personaggio dei fumetti, ha capelli color verde.

Nessun commento:

Passaparola, la guida per la China-Town pratese

Grande risalto sulla stampa locale alla 'guida o progetto? "Passaparola Prato - Scopri il viCINAto", che vuole essere una...