sabato 19 luglio 2014

L'esercito del surf della giunta Biffoni


Dunque, nelle tre settimane centrali di agosto la Biblioteca Lazzerini chiude per restauri. Dopo cinque anni dalla sua inaugurazione! Ma non avevano rimesso tutto a nuovo?
Com'è stato spiegato sul sito del Comune di Prato, dove mostrano addirittura alcuni video per farci digerire il disagio, il fontanone dietro alla biblioteca, da cui si attinge acqua per la sicurezza e gli impianti, deve essere riparato. (1)
Il Comune invita a frequentare le biblioteche periferiche.
E' mai possibile che non si possano eseguire i lavori in meno tempo o diversamente?

Librerie e biblioteche chiudono: la città di Prato sta mandando brutti segnali. Qualcuno forse sta facendo il programma culturale male interpretando  Bradbury?

Anche la passeggiata-tributo a Curzio Malaparte in occasione dell'anniversario della sua morte, il 19 luglio, non si farà! Dice che il sentiero è impraticabile e ora non si possono mandare due operai a togliere un po' di erbaccia eccetera.
(Ah Malaparte roba vecchia e di Destra, chi lo legge più, il Malaparte!)

Ma per fortuna che il Sindaco Biffoni incontra pubblicamente il capo degli Afterhours,  Manuel Agnelli che parlerà, anzi non parlerà ("Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo!") di cultura e di musica! I cittadini rockettari ringraziano. 

In fondo non è lo stesso di Cenni che incontrava gli artisti al Met in Pratoincontra o altrove? Questo sindaco è più giovane e vuol piacere ai giovani (e fa organizzare ai giovani, eh!), ma la sostanza sarà la stessa: propaganda. Tra l'altro questo è un argomento culturale e doveva lasciarlo all'assessore Mangani...o no?

La sostanza futura sarà questa: il culturale sarà ancora e sempre nel senso di ricreativo, tanta musica, questa musica che ha tutto in testa e che NON parla, non deve parlare (ma questa tendenza verso 'questa' musica, questo istradamento collettivo è ormai da tempo in atto), così non dà fastidio;  pochi libri, soprattutto non di carta; molto giovanilismo (anche i vecchi sponsorizzano i giovani), poca ideologia (non siamo strutturati per farlo e non lo vogliamo fare),  molto Facebook e 'mi piace', qualche appuntamento improrogabile (Giornata della Memoria eccetera). Per il teatro già c'è il MET, basta e avanza.

E tutto il resto (tipo Gonfienti, per esempio), tutto il resto è noia (ah, Califano!) , anzi dà fastidio e ...mettiamolo nel contenitore dell'oblio!

(1) http://comunicati.comune.prato.it/generali/?action=dettaglio&comunicato=14201400000943

venerdì 18 luglio 2014

LA STRISCIA DEL TEATRO LA BARACCA RESISTE!


Sto lavorando a una bellissima nuova stagione teatrale, indipendente e autofinanziata,  che sarà consultabile su www.teatrolabaracca.com.

Fredda estate

Guerra
eri tu il freddo dell'estate?

Che gusto c'è
che luglio amaro

gli assassini
in questa tragedia
rivestita da commedia

fanno lo strano rumore
d'una caramella rancida
in un secco foglietto:

Terra,
sei la peggiore commediante
dell'Universo,

non sai reggere una parte
degna del tuo nome!

Rovini tutto
tutto rovinato.

Non dovevamo ridere?

E invece tu
in pieno luglio
prepari tragedie
e cerchi lacrime
dal trovarobe.

Fredda estate
non c'è più gusto!

Anche la cavalletta
del mio terrazzo
c'ha rinunciato,
e non salta più.

giovedì 17 luglio 2014

Laris Pulenas 2014

Alcuni di voi me l'hanno chiesto, per cui segnalo la replica estiva di Laris Pulenas, quest'anno a Marciana Marina (Isola d'Elba) il 28 luglio 2014.
Su www.larispulenas.it troverete anche la storia - debuttammo a Poggio Castiglioni nel 2008 per sensibilizzare sullo stato di abbandono di Gonfienti etrusca. Lo spettacolo continua ad avere lo stesso senso per cui fu allestito.

Laris Pulenas a Luogomano, 10 agosto 2013

LA GIUNTA DELLA NOIA MORTALE

Nonostante l'assessora al Bilancio ci dica che mancano i soldi, e per questo saranno aumentate le tasse, ecco che arriva la notizia che la Palla Grossa si farà esattamente come se i soldi ci fossero e si invitano anche i grandi nomi che costano bei soldini.

E' dimostrato, ogni giorno che passa sempre di più, che fra Cenni e Biffoni c'è assoluta continuità, le differenze sono dettagli e riguardano le singole persone o gli assessori.

Nessun elemento nuovo contraddistingue la nuova giunta, se non una NOIA MORTALE; ecco, rispetto a quella di Cenni, è decisamente più INSIPIDA.

Nei primi due mesi di governo, ricordo che in piena estate, Anna Beltrame aveva fatto già le sue dichiarazioni di fuoco 'rivoluzionario' e anche altri assessori, come Milone dei mille blitz o Silli della Partecipazione eccetera, ci avevano movimentato l'estate con il fumo dei cannoni di cartone.

Questi invece non li senti e soprattutto non li vedi. 


(P.S.) E quando fanno dichiarazioni e si esce allo scoperto, come la Presidente del Consiglio Comunale Ilaria Santi riguardo alla vicenda dell'aeroporto, che si dice contraria all'ampliamento dopo che la Giunta Regionale ha votato a favore, queste sono del tutto inutili, hanno lo stesso effetto di un bel compitino ricopiato in bella che si deve presentare alla maestra per fare bella figura. In questo caso ai cittadini, che altrimenti si sentirebbero ingannati ad appena pochi giorni dalla chiusura della campagna elettorale, in cui la Sinistra pratese ha assolutamente giurato che avrebbe dato il proprio petto piuttosto che permettere l'ampliamento.  Insomma, bisogna tenere il fronte, anzi i due fronti, del no e del sì.  Governo e opposizione, vogliono fare tutto loro.
Absit iniuria verbis: sono modi di fare che ricordano i vecchi (ma ce ne sono di giovani, uh quanti ce ne sono!) , furbissimi e rampanti catto-comunisti.
http://comunicati.comune.prato.it/generali/?action=dettaglio&comunicato=14201400000935

mercoledì 16 luglio 2014

Chiude un'altra libreria a Prato e non ci facciamo qualche domandina?

Casualmente, perché ho un mio libro in vendita alla libreria Mondadori, ho saputo che a Prato chiude.
Ora credo che bisognerebbe che qualcuno si facesse qualche domanda a livello cittadino.

Che cosa si può fare per invertire questa tendenza di morte culturale?

Può, per esempio, un assessore alla cultura fare qualcosa in tal senso?
Se sì, cosa?

Quanta colpa ha internet in tutto questo? Dove sono i campioni degli e-book, della carta che non si consuma? Quante panzane avete snocciolato con la vostra ignoranza di neo-politicanti o presunti economisti!

Quanta colpa ha poi la crisi economica?
Quanta colpa ha la città, fondamentalmente di pochi lettori, pochi intellettuali, invidosa di chi ha ingegno e lo mostra, che tende a livellare, ad amalgamare, a valorizzare l'operaismo il terzo mondismo senza farsi nessuna domanda su quello che veramente accade a livello economico e culturale?


E si sono inventati anche delle altro grosse, enormi panzane, per fare credere che i ciuchi potevano volare, come quella di mettere la biblioteca alla Coop di Parco Prato (o santi numi mantovani!), pensando di fare cosa, di aumentare il numero dei lettori o le persone con le teste pensanti?
Che cosa pensavano di organizzare, di realizzare, qual era la loro somma finalità? (1)

Invece è stato fatto il possibile affinché le teste pensanti scomparissero, uccidendo ogni capacità economica, e continuano ad operare nella stessa direzione con l'apertura dei centri commerciali, facendo credere che questa è ricchezza per la città!
Con le 'ASSUNZIONI' finte!

Sindaco, assessori, dove siete?!
Invece di farvi fotografare dai giornali con i vostri pargoli, avete preso un impegno ben preciso, di essere presenti e sul territorio! PRESENTI e ATTENTI!

Probabilmente la città è destinata a non avere più nessun libreria, sempre meno negozi, svuotata, insensata, brutta.

Abbiamo dato la cosa pubblica in mano a gente incapace o inadatta, sia a livello locale che nazionale (Franceschini, chi?). Ci aspettiamo solo disastri, assenze, silenzi.


(1) Si legga l'obbrorio sul sito della Regione Toscana, il progetto di "Alimenta gratis la mente", è un progetto scellerato:http://www.regione.toscana.it/-/utilizzare-le-biblioteche-nei-centri-unicoop;jsessionid=FFC497D2FF2DCACC466B727D7FDF5CCD.web-rt-as01-p2?redirect=http%3A%2F%2Fwww.regione.toscana.it%2Fcittadini%2Fcultura%2Fbiblioteche%3Fp_p_id%3D101_INSTANCE_kmOq9ZgSP2qJ%26p_p_lifecycle%3D0%26p_p_state%3Dnormal%26p_p_mode%3Dview%26p_p_col_id%3D_118_INSTANCE_CI2LeILYbuAL__column-1%26p_p_col_count%3D1

Grillo, che c...o fai?

Ma cosa fai, Grillo, l'accordo con i partiti?

Dico, mah, dalle ultime elezioni europee non ti riconosco, ti metti a 'dialogare'? E solo perché non hai stravinto come promettevi alle europee, e solo perché ti hanno convinto del fatto che devi cambiare rotta.

Capisco, la vita in trincea è dura, il potere non si cambia, almeno per ora.

Però attento, che finisci come sono finiti quelli che hanno protestato contro l'ampliamento dell'aeroporto di Peretola a Firenze, fra cui c'erano anche tuoi rappresentanti.

Pensa, cosa ti hanno fatto: qui in Toscana il potere radicato da 70 anni è talmente intenzionato a continuare a comandare e a fare i suoi trafficuzzi che ora ti organizzano anche l'opposizione! Ieri c'è stata una protesta contro l'ampliamento dell'aeroporto di Firenze, contro Rossi, e gran parte di coloro che protestavano erano proprio gli stessi che avevano dato il voto a Rossi forever President e sono pronti a ridarglielo.
Sì, Santa Democrazia Unita, abilmente, ha trasformato la manifestazione in un fallimento, mandando i suoi più o meno inconsapevoli rappresentanti all'incontro stabilito in orario  sbagliato (alle 3 del pomeriggio! capito, alle 3 del pomeriggio di luglio!), senza autorevoli rappresentanti eccetera e così l'ha fatta fallire, in modo che suoi cantori e le pedine che stavano in quel momento in Regione potessero dire che invece la gente l'aeroporto lo vuole!

Capisci che ti fanno? Sono bravi, è tanto che bazzicano le Stanze...Così imparate, anche a livello locale, a fare le manifestazioni insieme a loro e gli accordi...Andate, andate con loro, e vi ritrovate così...

Non mi dire che anche tu e i tuoi farete parte dello SDU, Santa Democrazia Unita?!

martedì 15 luglio 2014

Io e Carmelo (il Bene) in: Gli adoratori di dio Modem

Anche stanotte Carmelo mi è apparso in sogno. Era arrabbiato come non mai.

Carmelo    Ma che fai, dormi?
Io               Sì, perché...
Carmelo    Ancora niente?
Io               Ancora niente... Ma a cosa ti riferisci? Al mio ricorso?
Carmelo     Ma che cazzo...Le città cadono a pezzi, questi non sanno come fare. Tutto muore irrimediabilmente. E tu dormi. E VOI DORMITE!
Io                Sì,  ma...
Carmelo     Devi svegliarti.
Io                Ma Carmelo...
Carmelo     Ma Carmelo una sega!
Io                Come dobbiamo fare?
Carmelo   Dobbiamo buttarli giù, giù giù. Questi vi faranno ancor più penare; vi metteranno ancor più in crisi. Crisi! Buttateli giù, merde che siete!
Io               Ma perché ti agiti?
Carmelo   Non hanno fantasia, non hanno pensiero, non hanno idee, non hanno niente! E ora hanno la scusa, vera, che non hanno i soldi, vi fregheranno per sempre! Ma per i soliti, i soldi, ci saranno sempre sempre sempre! LI DOVETE BUTTAR GIUUUUU'.
Io               Va bene. Ma questo lo dovrebbero fare anche un po' i giovani.
Carmelo     Non mi parlare dei giovani! La maggioranza assoluta di questi ormai conoscono solo DIO MODEM CONSUMISTA, non conoscono altro dio, sono completamente rimbambiti dalla storia di diventar famosi o come giornalisti o come blogger o addirittura come politici attraverso Dio Modem! Ah ah ah! Li vedi per la strada con quei cosi in mano, COLLEGATI con DIO MODEM, sono del tutto ETERODIRETTI, altro che cazzi. Sono TRISTEMENTE PAGANI! Non hanno un pensiero proprio, devono vedere quello che scrivono gli altri, SEMPRE, non sanno come si fa a pensare,  non devono pensare, Dio Modem Consumista glielo vieta!, come possono cambiare questi? Gli adoratori di DIO MODEM sono invece i peggiori di tutti, lasciali stare. Questi non vogliono cambiare niente, niente, stanno bene collegati e basta, nell'illusione di diventare qualcuno! Ah ah ah! Dio Modem li consuma in continuazione, li macina e li fa macinare...!Ogni tanto, se qualche giovane ha un pensiero, pensa di aver tradito chissà chi e se ne sta zitto, oppure va in depressione, devastato dal senso di colpa. Ma in realtà non sa nemmeno perché è andato in depressione; magari pensa perché gli manca la f...
Io         Ci sono anche i vecchi, come adoratori...e pensano che tutto venga da lì, che la rivoluzione partirà da lì, dal modem...
Carmelo    Sì, sì lo so...quelli che pensano che la carta non deve più esistere con la cazzata che non si devono tagliare gli alberi...quelli che scrivono: "Non stampare questa mail, risparmierai due alberi...". Non li sopporto, i buonisti di dio Modem!
Io      Però non ti agitare, ti fa male...
Carmelo    Non mi trattare come un cretino! Comincia a pensare a quello che ti ho detto...
Io       Ci penso, ma cosa posso fare? Io non ho poteri, te l'ho spiegato, non ho niente, ed ho perso tutto!
Carmelo  Come, cosa puoi fare? Come hai perso...! Tu invece puoi fare tutto, tutto!....Ma perché sono stato condannato a parlare solo con una donna, perché perché perché!

Arrabbiatissimo Carmelo mi ha sottratto il cuscino. 

Carmelo       Fino a quando questi incapaci non se ne saranno andati, il tuo adorato cuscino non te lo restituirò.

lunedì 14 luglio 2014

La prof cattiva (Troppe donne nella scuola?)

C'è una prof cattiva all'Università di Messina, insegna chimica e respinge tutti.

Lei sola sa come fare i test, lei sola sa valutare come sono preparati questi ragazzi. Magari è un pochino esagerata e forse si dovrebbe un po' interrogare, sì, lei stessa, con quel concetto che hanno molti prof che solo loro sanno e fanno, idea che tanto serve per restare in vita professionalmente e all'ego di accarezzarsi o corazzarsi (scusate, ma sono stata prof anch'io e avevo molti sintomi simili, nonostante la  giovanissima età) tuttavia...è un dato di fatto che i ragazzi non sono più preparati come una volta, che non leggono, che perdono troppo tempo sui social, eccetera.

E' di questo che si dovrebbe parlare, della decadenza dello studio, dell'applicarsi, dell'approfondire, ma anche della non vocazione di molti insegnanti, del fatto per esempio che la scuola è diventata tutta parcheggio  'femmina'. Diciamolo: troppe donne nella scuola! Saranno tutte 'vocate'?
Insomma, facciamo un esame alla scuola, inclusa l'università, e diamole un voto.

Non basta essere bravi e competenti in una materia per essere capaci di insegnarla.  E a volte, anche uno studente che sa meno, può diventare un ottimo chimico o altro. Bisogna anche essere capaci di valutare la persona, non basta un quiz!

domenica 13 luglio 2014

Mai col dito


Noi signore di partito
mai ce la toccammo,
 col dito!

Ahi, questo non si fa
e se si fa
lo si fa nascosto
e non si dice, o Na!

Così feci carriera
m'innamorai mi sembra
di primavera,

mi ritrovai assessore
e molte altre cose
in una magica sera.

Fu così e cosà,
fu una specie di oplà
sul letto o al gabinetto.

Vi sembra poco opportuno
parlare di sesso a digiuno?

Ma noi mai col dito
ce la toccammo,
donne di partito,

e ci sposammo
quello sempre si fa
e non di nascosto
e si dice, o Na!

Riscossa di Prato: trucco e paccottiglia ci sono eccome

Il SOLE 24H dedica a Prato un articolo: "La riscossa di Prato: una provincia senza trucco". (1) Nell'articolo si celebra ...